Contemplando il Tuo volto di Secondi Nadia

cm. 15x21; pag.64; disponibile

Libro contenente brevi meditazioni, poesie, canti. La semplicità e l'amore verso il Signore che traspaiono dalle parole dell'autrice, portano il lettore a considerare la bellezza ma anche il privilegio della preziosa comunione spirituale dei credenti con il loro Creatore. Tra gli argomenti trattati spiccano la pace, la gioia, la grazia, il silenzio, il ringraziamento, l'invocazione nei momenti difficili.

 

Leggi la prima meditazione tratta dal libro:

 

 

Contemplare...

“E noi tutti, contemplando a faccia scoperta come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa

immagine di gloria in gloria, come per lo Spirito del Signore.”

(2 Corinzi 3:18).

Contemplare... significa guardare con attenzione, con meraviglia, ammirazione, riverenza. Quale persona o cosa possiamo noi guardare in questo modo? Anche la natura che ci regala degli spettacoli stupefacenti, non ci parla anch’essa di Colui che è più in alto di tutti? La tenerezza di un bambino, la delicatezza di un fiore di campo, il cielo che si tinge di svariati colori con diverse sfumature in un tramonto dorato, non ci parlano della gloria di Dio?

La gloria di Dio ci pervade quando contempliamo le bellezze del creato che ci sussurrano e ci fanno capire che la nostra contemplazione deve trasferirsi da loro al Creatore e Padre nostro. Contemplare il Padre, nell’amato Suo Figlio, donatoci per amore. Se siamo rapiti nella contemplazione Sua, anche gli altri attorno a noi se ne accorgeranno... e noi tutti a viso scoperto... contemplarLo... che significa?

Significa che dinanzi a Lui tutto il nostro essere viene trasfigurato alla luce della Sua presenza e della Sua gloria. Dobbiamo però andare al Signore, fiduciosi, mettendo da parte ogni nostra presunzione di conoscere Dio, noi stessi e gli altri, liberandoci di tutto quello che ci potrebbe dividere dalla Sua presenza, scoprendo il nostro vero essere, come guardandoci in uno specchio.

Allora perché andiamo a Dio, cercando di nasconderci, come fece Adamo quando si accorse di avere peccato? Dio sa come siamo fatti, e allora perché temiamo di mostrare il nostro vero essere davanti a Lui? Quando contempliamo la gloria di Dio, senza paura di

mostrarci a Lui, siamo trasformati nella Sua stessa immagine “di gloria in gloria, secondo che opera il Signore che è Spirito.”

Contempliamo la gloria di Dio, nello specchio della nostra vita, che è Gesù. Scopriremo allora veramente noi stessi, e diventeremo come Lui; non vedremo più le nostre brutture che si erano attaccate a noi, per effetto del peccato, ma scorgeremo la nostra immagine ricreata in Dio, la nostra immagine a somiglianza del Figlio di Dio.


 

Acquista Contemplando il Tuo volto online
€ 7,00




Torna a poesia


Novità: La mia amata Russia



Novità: La Trinità di Guarino Giuseppe



Novità: La promessa del Padre



Novità: Nel principio Dio creò.. il matrimonio



HOME Chi siamo Carrello Spedizioni Metodi di pagamento Contattaci